Nord CiociariaToday

Piglio, una marea di gente per la 42^ Sagra del Cesanese. In città anche il Prefetto Zarrilli

Una marea di gente ha invaso tra sabato e domenica la cittadina di Piglio per la 42^ Sagra dell’Uva. Tra di loro anche  il Prefetto di Frosinone la Dott.ssa Emilia Zarrilli, il Sen. Francesco Scalia, l’On Nazareno Pilozzi, Il

 

Una marea di gente ha invaso tra sabato e domenica la cittadina di Piglio per la 42^ Sagra dell’Uva. Tra di loro anche il Prefetto di Frosinone la Dott.ssa Emilia Zarrilli, il Sen. Francesco Scalia, l’On Nazareno Pilozzi, Il Cons. Regionale Mauro Buschini ed il sindaco di Fiuggi Fabrizio Martini e di Paliano Domenico Alfieri, di Serrone Natale Nucheli, di Acuto Augusto Agostini, il Vice Sindaco di Colleferro Diana Stanzani, il presidente della XII Comunità Montana Achille Bellucci. Il Comandante dei Vigili Provinciale Belli tutti ricevuti dal sindaco di Piglio Avv. Mario Felli, che li ha ringraziati della loro presenza, ma soprattutto ha ringraziato il Prefetto, perché la Sua visita era in forse, perché era fuori dalla Ciociaria. Prima del ricevimento però, all’interno della sala del Consiglio Comunale di Piglio, si è svolto un interessante convegno sul maketing territoriale e tutti i sindaci presenti hanno convenuto: "di perdere il loro campanilismo e di stare insieme per creare qualcosa di importante per lo sviluppo e la crescita di tutto il nord della Ciociaria, compreso Fiuggi, perché sui 140 progetti presentati, quello presentato dal Convention Bureau di Fiuggi, per tutto il comprensorio è stato finanziato e chi sa se questa volta possa veramente partire una rete di comuni per lanciare il turismo, una nuova voce nell’economia locale che ha bisogno di una forte spinta, e non delle solite chiacchiere di convegni, che alla fine non servono a nulla. Che fosse la volta buona questa. Perché è ora di agire è ora di fare". Poi è arrivato il Prefetto Zarrilli che è venuta per: "vivere una caratteristica locale, perché i momenti salienti necessitano di presenze e la testimonianza, perché il territorio vive e si apprezza”. Poi tutti insieme, tra una visita allo stand, una foto con i ciociari e una piccolo degustazione locale, il Prefetto ha visitato la sala, nel castello basso, della sensorialità, dove le è stato illustrato non solo il colore del vino, ma anche i sapori del Vino DOCG e come questo viene prodotto, insieme ad alcuni prodotti locali, tra i quali la “ciammella Serronese” e i dolci tipici di Piglio. Il tradizionale bagno di folla ha accompagnato la giornata ed il sindaco Mario Felli si è detto essere molto soddisfatto di come sono andate le cose e della presenza del Prefetto. A piglio, nei vari stand enogastronomici, dove è stata proibita la vendita di porchetta, si sono potute trovare tante specialità e noi ne citiamo una per tutte la fritta con le cipolle che è stata venduta a più non posso grazie ad Attilio ed i suoi collaboratori innaffiata dall'ottimovino di qualità il Cesanese DOCG. Giancarlo Flav. Video Filippo Rondinara (Vietata la riproduzione delle foto)

Potrebbe Interessarti

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento