Nord CiociariaToday

Regione, internazionalizzazione sistema produttivo, ok da commissione a linee guida

Parere favorevole all’unanimità con osservazioni dalla ottava commissione del Consiglio regionale del Lazio, competente in materia di piccola e media impresa e sviluppo economico, presieduta da Daniele Fichera, sullo schema di deliberazione della...

aula-consiglio-regionale-del-lazio3

Parere favorevole all’unanimità con osservazioni dalla ottava commissione del Consiglio regionale del Lazio, competente in materia di piccola e media impresa e sviluppo economico, presieduta da Daniele Fichera, sullo schema di deliberazione della giunta (n. 157) “Linee guida delle politiche regionali sull’internazionalizzazione del sistema produttivo del Lazio. Programma di interventi 2016-2017”. Le osservazioni al testo, approvare dalla commissione, sono state proposte da Fichera (Psi) e da Giancarlo Righini (Fratelli d’Italia). Lo schema di delibera torna ora in Giunta per l’approvazione definitiva.

L’assessore allo sviluppo economico e attività produttive Guido Fabiani ha esposto nella sua relazione i quattro principi della strategia regionale: internazionalizzazione come acceleratore dell’innovazione, complementarità dell’intervento per l’internazionalizzazione rispetto a programmi nazionali e regionali, networking internazionale e diplomazie economiche e approccio partecipativo e ascolto del territorio. Fabiani ha poi riassunto il programma degli interventi, distinti tra diretti e indiretti, i primi dei quali si concretizzeranno in due avvisi pubblici da realizzarsi attraverso i fondi europei POR FESR, mentre i secondi sono i progetti di internazionalizzazione ad iniziativa regionale. Tra questi ultimi, quelli riguardanti le “diplomazie economiche”, che interesseranno, ha annunciato l’assessore allo sviluppo economico, principalmente la Francia, la Regione tedesca della Sassonia, il Kazakistan, l'Africa subsahariana e il Sud est asiatico, il Brasile e la Cina. “Il budget – ha concluso Fabiani – è di 15 milioni di euro circa, di cui 10 milioni di euro per gli interventi diretti e poco più di cinque per quelli indiretti”.

Proprio sul budget va ad incidere una delle tre osservazioni proposta dal presidente Fichera insieme Righini, la quale suggerisce di aggiungere alla voce degli interventi diretti un ulteriore milione di euro a vantaggio delle imprese prelevato dagli stanziamenti relativi agli anni 2016 e 2017 previsti dalla legge 5 del 2008 sull’internazionalizzazione delle imprese del Lazio. La seconda osservazione (sempre promossa di Fichera e Righini) va ad incidere nel campo degli interventi indiretti e in particolare vuole privilegiare il settore lapideo ed estrattivo, all’interno del paragrafo dedicato alle tecnologie delle costruzioni, restauro e recupero. Infine, la terza chiede un resoconto semestrale della giunta sull'attuazione del programma di cui trattasi, con particolare riferimento agli interventi indiretti. Un’ulteriore osservazione aggiunta dalla commissione su iniziativa dal solo Righini nell’ambito dei principi e in particolare nel paragrafo sul networking internazionale, richiama l’importanza dell’implementazione delle nuove possibilità offerte dalla rivoluzione digitale, come il cowork, uno spazio social che dia accesso diretto ai servizi.

Il presidente Fichera ha comunque espresso parere positivo ma ha fatto notare all'assessore che la tempistica dei bandi con la quale si realizzano i progetti deve essere più celere, per non penalizzare le imprese partecipanti. Ha chiesto quindi all'assessore di impegnarsi in tal senso. L'assessore Fabiani ha concordato sia con le osservazioni presentate dalla commissione che con i rilievi del presidente Fichera sulla tempistica. Quindi il voto favorevole sul documento, che torna ora in Giunta, e sulle quattro osservazioni. Hanno partecipato alla seduta anche i consiglieri Riccardo Agostini, Fabio Bellini, Mario Ciarla, Rodolfo Lena, Gian Paolo Manzella, Enrico Panunzi e Eugenio Patanè (tutti del Partito democratico) e Daniela Bianchi (Si - Sel).

Nel corso della stessa commissione si è concluso l’esame dell’articolato del testo unificato della proposta di legge regionale n. 205 del 24 ottobre 2014: “Interventi per promuovere il ripristino delle coltivazioni di canapa (cannabis sativa) e le relative filiere produttive nel territorio della Regione” e della proposta di legge n. 213 del 4 novembre 2014 “Promozione della coltivazione della canapa per scopi produttivi ed ambientali”. Dei dieci articoli complessivi, è stato accantonato il solo articolo 9, che, riguardando la disposizione finanziaria, deve compiere il necessario passaggio in commissione Bilancio, prima che l’intero provvedimento torni in ottava commissione per il parere finale e l’invio all’Aula.

Il talento ha bisogno di visibilità. È necessario mostrarlo, esibirlo e farlo conoscere. Allora non perdere tempo! Se pensi di essere uno dei migliori creativi del Lazio, hai un progetto in cui credi e vuoi presentarlo a una vasta platea, partecipa al nuovo contest 100 STORIE DI CREATIVITÀ. Potrai essere selezionato per diventare uno dei protagonisti del volume “Lazio Creativo 2017”, un’esclusiva pubblicazione che racconta i migliori 100 creativi Under 35 della nostra Regione, le loro storie e i loro progetti. In altre parole, la nuova frontiera del talento, dell’innovazione e della bellezza. Un volume prestigioso, distribuito nel corso dei più importanti eventi organizzati dalla Regione Lazio e che potrai trovare nei più noti poli culturali (musei e gallerie, FabLab, istituzioni) del territorio.

Se sei nato, residente o domiciliato nel Lazio e vuoi che la tua progettualità creativa venga raccontata, illustrata e descritta nel libro “Lazio Creativo 2017 - 100 Storie di creatività del Lazio”, puoi registrarti fino al 31 luglio sul portale Lazio Creativo e compilare, in ogni sua parte, l’apposito form all’interno della sezione “Carica il tuo progetto per il contest 100 STORIE DI CREATIVITÀ”.

Poche, ma fondamentali, le informazioni da inserire: una breve nota biografica, la descrizione del progetto con il quale intendi partecipare al contest e alcune immagini.

Puoi indicare al massimo due categorie per le quali intendi concorrere, a scelta tra: architettura e design; arte e fotografia; comunicazione visiva e pubblicità; editoria, illustrazione e fumetto; fashion/moda; sound/musica; teatro/danza/performance; video e cinema; innovazione e tecnologie.

Saranno selezionate le migliori 100 progettualità, che confluiranno nel “Volume Lazio Creativo 2017”. Sul portale Lazio Creativo saranno comunque pubblicati tutti i progetti pervenuti nell’ambito del contest.

L’iniziativa è promossa da Regione Lazio, nell’ambito del Programma Lazio Creativo, in collaborazione con Lazio Innova e LAZIOcrea.

SANITÀ, BONAFONI (SI – SEL): “STABILIZZAZIONE PRECARI È LA STRADA GIUSTA”

La stabilizzazione dei 500 lavoratori Co.coco della sanità rappresenta un'ottima notizia. Grazie all'accordo siglato con i sindacati è stato messo un nuovo tassello verso il risanamento della sanità del Lazio, che non può prescindere dalla valorizzazione contrattuale e professionale dei suoi lavoratori da cui dipende anche la continuità e la qualità del servizio offerto ai cittadini. La stabilizzazione dei precari ci indirizza verso la strada giusta ma rappresenta solo uno dei tanti passi da compiere per un rilancio della sanità difficile e complesso. Un percorso che nelle nostre intenzioni dovrà tener conto anche di tutti quegli operatori impegnati con le loro professionalità all'interno degli appalti esterni e per i quali va immaginato un percorso di graduale internalizzazione.”, è quanto afferma la consigliera regionale di Si – Sel, Marta Bonafoni

SERRONE, SI E'SVOLTA UNA RIUNIONE DEL COORDINAMENTO DEI SINDACI VALLE DEL SACCO CON LA PARTECIPAZIONE DELL’ASSESSORE BUSCHINI PER PARLARE DI SIN

Nell'aula consiliare del Comune di Serrone si è riunito il Coordinamento dei sindaci per l'ambiente (province di Frosinone e Roma) alla presenza dell'assessore regionale Mauro Buschini. Hanno partecipato le amministrazioni comunali di Anagni (il sindaco Fausto Bassetta è il coordinatore del Tavolo), Paliano (sindaco Domenico Alfieri e consigliere Ugo Maria Germanò) ), Piglio (sindaco Mario Felli), Fiuggi (consigliere Diego Pirazzi), Ceprano (sindaco Marco Galli e assessore Elisa Guerriero), Fumone (sindaco Maurizio Padovano), Falvaterra (assessore Augusto Carè), Acuto (sindaco Augusto Agostini), Ferentino (consigliere Stefania Timi), Sgurgola (Antonio Corsi), Segni (assessore Antonio Bartolomei), Carpineto Romano (sindaco Matteo Battisti), Gavignano (vice sindaco Carlo Tiberi) e Colleferro (assessore Giulio Calamita). In apertura dei lavori il sindaco di Serrone, Natale Nucheli, ha ringraziato i presenti per la nutrita partecipazione e salutato, in particolare, i colleghi di Fumone (Maurizio Padovano) sindaco nuovo eletto e di Sgurgola (Antonio Corsi) riconfermato alle recenti elezioni amministrative e il benvenuto alla città di Fiuggi, che ha partecipato la prima volta a questo coordinamento. L'argomento principale della riunione, visti numerosi Comuni coinvolti, lo stato della bonifica del Sin Valle del Sacco. L'assessore regionale all'ambiente, Mauro Buschini, a questo proposito ha annunciato che lunedì 27 giugno a Frosinone verrà illustrato ai sindaci lo stato del procedimento, che si trova ad un punto cruciale. Il Coordinamento è stato informato del fatto che sono state accolte tutte le proposte dei Comuni e che il prossimo passo sarà l'informazione da dare ai cittadini che hanno proprietà all'interno dell'area Sin, i quali avranno un periodo di 30 giorni per presentare eventuali osservazioni. Successivamente si passerà alla perimetrazione da parte del Ministero. Buschini ha ricordato che le risorse ci sono e ha assicurato tempi celeri per le operazioni di bonifica. La presenza alla riunione dell'assessore regionale all'ambiente ha dato modo ai sindaci e agli amministratori comunali, ma anche alle associazioni presenti, di illustrare i vari problemi dei propri territori (in primis sono emerse criticità per rifiuti ed ex discariche), che Buschini ha recepito proponendo di convocare al più presto riunioni su ogni argomento specifico. Il Coordinamento, nato da quasi due anni su iniziativa dei sindaci di Anagni e Paliano, Fausto Bassetta e Domenico Alfieri, ha inoltre esaminato l'adesione al Contratto di Fiume (con riferimento al Sacco) e al Progetto di Area Vasta Smart. Ogni Consiglio comunale interessato delibererà in tal senso. Presenti, anche numerose associazioni interessate a questo coordinamento, ma soprattutto alla risoluzione dei problemi molto complessi della Valle del Sacco, dove proprio l’altro giorno a Colleferro non si è potuto svolgere un importante Consiglio Comunale per mancanza di numero legale. serrone 2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I dettagli del tentato omicidio. Dopo la discussione, lo sparo alla testa mentre era in auto

  • Cassino, gli arriva una cartella da oltre 1000 euro dopo una firma di un corriere

  • Alatri, Giancarlo Straccamore trovato morto nella sua abitazione

  • Raid notturno a casa della fidanzata dell'albanese che ha sparato ad un suo connazionale

  • Omicidio Mollicone, Lavorino alle Iene: "Serena uccisa dal brigadiere Santino Tuzi"

  • Buone notizie per l’ospedale di Frosinone, ostetricia e ginecologia premiati con due bollini rosa

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento