Nord CiociariaToday

Alatri - Educazione e tecnologia a portata di tutti, le priorità di Giada Coccia candidata con Iannarilli

'Sono entusiasta di entrare a far parte di una squadra che ha deciso di dare spazio e possibilità a noi ragazzi. Anche per questo ho pensato di mettermi in gioco con tutto l’impegno possibile e necessario, per appoggiare appieno la candidatura di...

Giada Coccia

'Sono entusiasta di entrare a far parte di una squadra che ha deciso di dare spazio e possibilità a noi ragazzi. Anche per questo ho pensato di mettermi in gioco con tutto l’impegno possibile e

necessario, per appoggiare appieno la candidatura di Antonello Iannarilli a Sindaco di Alatri. Una persona decisa, un politico che con la sua grande esperienza sarà sicuramente in grado di risollevare il nostro paese, che da troppo tempo ormai è relegato in una posizione del tutto secondaria”.

Quanto annunciato dalla giovane Giada Coccia, 22 anni, diplomata presso Liceo Scientifico “Luigi Pietrobono” di Alatri e attuale studentessa di Giurisprudenza presso l’Università di Tor Vergata, in

occasione del suo ingresso in politica al fianco di Iannarilli per le Amministrative di Giugno.

“Alatri ha bisogno di una svolta decisiva, di un profondo cambiamento, un cambiamento che valorizzi le sue tante risorse, compresi noi giovani! Sono molte le tematiche da affrontare, e personalmente, se ce

ne sarà la possibilità, lavorerò per potenziare la rete wifi nei punti nevralgici come ad esempio la biblioteca comunale, che ne è provvista ma laddove al momento non funziona, e nei pressi del Palazzo Comunale

dove non c’è affatto. Un altro punto su cui soffermarmi e forse più importante, sarà cercare di avviare progetti che coinvolgano in prima persona i giovani, dall’organizzazione alla realizzazione vera e

propria di nuove proposte che ci permettano di inserirci nel mondo lavorativo anche attraverso attività formative.

A tal proposito, avrei pensato di avviare un’attività educativa di doposcuola nella biblioteca di Alatri, che sia gestita per lo più da ragazzi. In questo modo, potremmo offrire un servizio di interesse pubblico con lo scopo di sostenere da un lato i bambini, e le loro famiglie, durante il percorso scolastico, e dall'altro il personale giovanile che ne sarà impiegato”.

ALATRI - DISABILI DIMENTICATI, IANNARILLI E COCCIA A TESTA BASSA CONTRO I DISSERVIZI CAUSATI DALLA GIUNTA MORINI

“Inaccettabile il trattamento increscioso che il Comune di Alatri dimostra di riservare, senza alcun pudore, a persone che pagano lo scotto della propria disabilità tutti i giorni, andando incontro a difficoltà e umiliazioni di ogni genere! E come se non bastassero i disagi e le mortificazioni alle quali sono costrette, devono vedersi private anche del dritto di accedere ad un parcheggio, il cui ingresso

viene paradossalmente negato,con disinvolta insensibilità, proprio dalla nostra Amministrazione!”.

Lo ha denunciato a gran voce Antonello Iannarilli, impegnato nella corsa alle Amministrative di giugno per la candidatura a Sindaco, dopo aver accolto lo sfogo di un disabile impossibilitato ad entrare nel parcheggio multipiano lungo la circonvallazione, a causa della mancanza di uno scivolo adatto e di spazio a livello strada.

“Qualche giorno fa, insieme alla giovane candidata Giada Coccia, e su richiesta di una famiglia, sono stato invitato ad ascoltare il racconto della drammatica quotidianità che purtroppo deve subire un

disabile ad Alatri – ha spiegato Iannarilli – Trovo grottesco che l’Amministrazione abbia predisposto i parcheggi per i disabili al piano interrato, per giunta anche contrassegnati da segnaletica,

costringendoli ad intraprendere una sorta di via crucis, su e giù con la carrozzina, lungo la stessa corsia destinata alle automobili. Non ho davvero parole per descrivere una situazione tanto vergognosa quale

quella alla quale ho personalmente assistito! Come potete notare dalle foto, in zona San Francesco, i nostri Amministratori sono stati addirittura capaci di disporre la sistemazione di cassonetti per la

raccolta di indumenti proprio sopra lo stallo, per giunta in discesa, destinato alle categorie svantaggiate - ha proseguito - dimostrando non solo totale incuria verso la causa dei più deboli, ma anche

un’assoluta incapacità di vigilare. Da qui, l’auspicio che dopo questa denuncia, si provveda subito ad intervenire per sanare questo scempio, che altrimenti, sarà una delle mie priorità risolvere se diventerò

Sindaco - conclude Iannarilli - E allora, invece di impegnare i vigili a battere cassa, come si evince dai bilanci dell’Amministrazione, visibilmente “lievitati” quest’anno grazie alle contravvenzioni fatte

di giorno in giorno, la polizia municipale sarà sicuramente più opportuno coinvolgerla in questo tipo di verifiche, che violano gravemente la legge, ma soprattutto i diritti dei più deboli”.

Potrebbe interessarti

  • Una cerimonia a Cortina per ricordare Fabrizio Spaziani, il medico ciociaro precipitato con l'elicottero (foto e video)

  • Ferentino, gioca un euro al "Million Day" e si porta a casa un milione

  • Spazio, c'è la firma della brillante astronoma frusinate Sara Turriziani sul telescopio Mini-EUSO

  • Non è una provincia per turisti, il Sole 24 Ore spedisce la Ciociaria in fondo alla classifica nazionale

I più letti della settimana

  • Atina, fa un incidente con l'auto delle Poste e si scopre che a bordo c'è anche la madre, denunciata

  • Incidente con il trattore, muore Angelo Patrizi. Oggi i funerali

  • Cassino, rapina a mano armata in pieno centro

  • Paliano, morte di Mario Martini, automobilista serronese indagato per omicidio stradale

  • San Cesareo, presunto caso di malasanità dietro la morte dell'ex sindaco Panzironi. Disposti i funerali

  • Tir a fuoco in A1, code e rallentamenti tra Caianello e San Vittore (foto)

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento