Nord CiociariaToday

Alatri, inaugurato tra l’entusiasmo generale il comitato elettorale di Antonello Iannarilli sindaco

C'erano davvero tutti i 50 e più, componenti delle 3 Liste ufficializzate oggi dal candidato a Sindaco di Alatri, Antonello Iannarilli, accorsi insieme ad amici e sostenitori, per l'inaugurazione del comitato elettorale e la presentazione della...

Antonello Iannarilli

C'erano davvero tutti i 50 e più, componenti delle 3 Liste ufficializzate oggi dal candidato a Sindaco di Alatri, Antonello Iannarilli, accorsi insieme ad amici e sostenitori, per l'inaugurazione del comitato elettorale e la presentazione della squadra che lo appoggerà in occasione delle prossime Elezioni Amministrative.

Al tavolo dei relatori, accanto al protagonista dell'evento Iannarilli, il Coordinatore e Vicecoordinatore del Partito ad Alatri, Francesco Ciavardini e Giuseppe Pizzuti, i portavoce, nonché candidate delle Liste civiche Paolo Paluzzi, e candidata Sara Giansanti.

Ringraziando tutti i partecipanti all'iniziativa, Antonello Iannarilli ha introdotto l'incontro enunciando gli impegni che si appresta ad affrontare in qualità di candidato alla carica di Primo Cittadino di

Alatri, e le motivazioni che lo hanno spinto a cimentarsi in questa ulteriore sfida: “Dalla mia città ho avuto tanto sostegno in termine di voti, che mi ha fatto raggiungere obiettivi importantissimi, ed in questo

momento molto critico della mia città dal punto di vista sociale, economico ed amministrativo, non me la sono sentita di stare fermo, perché la mia conoscenza ed esperienza della gestione pubblica, può essere un valore aggiunto per Alatri. Sarebbe un onore, nonché occasione di grande privilegio per me, potermi rendere utile in prima persona come ho sempre fatto, ma questa volta, nelle vesti di Sindaco a tempo pieno e non a tempo perso come altri - ha detto Iannarilli - Per uno come me, abituato a vivere del proprio lavoro e non sfruttando mai la propria posizione politica, si profila adesso la possibilità di mettere a disposizione dei miei concittadini, più da vicino, l'esperienza maturata in tanti anni di concreta e avvincente attività politica, e soprattutto amministrativa, quella stessa che occorre, mai come ora, per evitare il dissesto finanziario e per restituire dignità e prestigio alla nostra città.

Inutile dire, che cammineranno parallelamente a battaglie ormai epocali che sto portando avanti, Acea e cosap, anche tante nuove proposte, iniziative e progetti diversi e accattivanti per il territorio, grazie anche ai tanti giovani che ho voluto facessero parte della mia squadra. Per quanto mi riguarda, sarò sempre a disposizione di tutti i cittadini, nessuno escluso, che da sempre conoscono e utilizzano anche il mio numero di telefono per segnalazioni di ogni genere. Il mio impegno verso la gente dunque è, e continuerà ad essere quotidiano e costante, verso Alatri invece tenderà ad una vera rivoluzione che punti a ridare vita al territorio e ai settori del Comune, guardando al progresso e in difesa dei nostri valori”.

Ha preso poi la parola Francesco Ciavardini, che ha fatto il punto sulla fase di immobilismo che sta attanagliando Alatri, dal punto di vista del turismo : “Da due anni aspettavo questo momento, ovvero

dalla nomina alla guida del Coordinamento in città, sperando di poter confidare nella candidatura di Antonello a Sindaco, perché è l'unico che per esperienza può risollevare le sorti di un territorio in

declino. Soffriamo la mancanza assoluta di attrattive culturali, per non parlare delle difficoltà in cui sono scivolate tutte le società sportive alatrensi, abbandonate a se stesse in un evidente stato di decadenza, che impedisce a talenti e discipline di evidenziarsi ed essere valorizzate come meritano. E che dire del torpore in cui giace il nostro turismo, per cui tanto si era impegnato il candidato e amico Giulio Rossi, a far balzare agli onori della cronaca nazionale, facendo venire ad Alatri troupe televisive interessate a tesori quali

le mura ciclopiche, il Cristo nel labirinto, il Trittico del Redentore o la nostra splendida Piazza Santa Maria Maggiore”.

Crisi finanziaria e trasparenza nella gestione della cosa pubblica, i punti trattati da Pizzuti nel proprio intervento: “Dopo due anni di dura ma corretta opposizione a questa “non Amministrazione” della

nostra città, pigra, indolente, irresponsabile ed inefficace, colpevole di aver portato sull'orlo del dissesto finanziario il Comune, così come certificato anche dai revisori contabili, abbiamo adesso l'occasione, finalmente, di cambiare il corso degli eventi, grazie alla figura esperta, pulita e forte di Iannarilli, uomo del

popolo, e con il popolo disponibile a confrontarsi sempre, ma soprattutto politico di lungo corso, mai coinvolto in alcuno scandalo giuridico-amministrativo a differenza di tanti altri. Una situazione

così delicata come quella dello stato economico delle casse comunali, richiede necessariamente la fermezza e la trasparenza che il nostro candidato a Sindaco possiede e di cui la gente è ben consapevole”. A

seguire, il contributo di Paolo Paluzzi, già Comandante dei Carabinieri, con lo sguardo rivolto quindi, alla sicurezza e al sociale: “E' inevitabile che la mia attenzione sia concentrata a tali ambiti, ai quali ho dedicato anni ed anni di duro lavoro, e che intendo garantire senza se e senza ma, alla cittadinanza tutta, anche per il futuro. Nello specifico, con il nostro candidato a Sindaco e amico Antonello, abbiamo già predisposto un piano programmatico per soddisfare le necessità dei più deboli, ai quali ci corre l'obbligo

morale di dedicare tutta la nostra concreta attenzione. Sulla sicurezza poi, che ci preme particolarmente, intendiamo monitorare il territorio implementando la presenza della polizia urbana e potenziandone le attività e frenando la direttiva data dall'Amministrazione vigente in merito al lievitare sfrenato delle

sanzioni, arrivare ad essere triplicate, solo per far cassa alle spalle della povera gente. Questo, al fine di arginare definitivamente i fenomeni di rischio e pericolosità in vertiginoso aumento negli ultimi anni”. Un inno alla compattezza e alla determinazione, l'intervento di Sara Giansanti, che ha esortato i cittadini alla responsabilità verso il voto: “Non posso che esprimere veramente grande gioia oggi, nel vedere tante persone accanto a noi, ma soprattutto tanti giovani impegnati in questa avventura che conferirà ad Antonello la fascia di Sindaco, se riusciremo a conquistare la fiducia della gente. Per questo, non nascondo la mia emozione nel tornare a lavorare per lui, che è stato anche Presidente della Provincia quando sedevo in Consiglio nei banchi della Maggioranza.

Scegliere Iannarilli, il candidato di tutti, in corsa non per una poltrona ma per voi, vuol dire scegliere l'onestà, l'esperienza e la determinazione. Ci riprenderemo Alatri e la risolleveremo dalla fase

di profondo stallo in cui è stata confinata negli ultimi anni, diventando il fanalino di coda nello scenario politico provinciale. E lo faremo al meglio delle nostre possibilità e soprattutto con l'amore profondo che ci lega alla nostra città”

Potrebbe interessarti

  • Una cerimonia a Cortina per ricordare Fabrizio Spaziani, il medico ciociaro precipitato con l'elicottero (foto e video)

  • Ferentino, gioca un euro al "Million Day" e si porta a casa un milione

  • Cassino, ecco le zone dove lunedì 19 e martedì 20 mancherà l'acqua

  • Spazio, c'è la firma della brillante astronoma frusinate Sara Turriziani sul telescopio Mini-EUSO

I più letti della settimana

  • Atina, fa un incidente con l'auto delle Poste e si scopre che a bordo c'è anche la madre, denunciata

  • Cassino, rapina a mano armata in pieno centro

  • Incidente con il trattore, muore Angelo Patrizi. Oggi i funerali

  • Paliano, morte di Mario Martini, automobilista serronese indagato per omicidio stradale

  • San Cesareo, presunto caso di malasanità dietro la morte dell'ex sindaco Panzironi. Disposti i funerali

  • Sora, don Piacentini accolto davanti alla chiesa con lo striscione "Siamo tutti sulla stessa barca"

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento