Nord CiociariaToday

Fiuggi, arrestato un 44enne del posto pieno di droga in macchina e a casa

I carabinieri  del NORM della Compagnia di Alatri  in Fiuggi, traevano in arresto,  nella flagranza del reato di  “detenzione ai fini spaccio di sostanze stupefacenti” un 44enne del luogo già censito.

I carabinieri del NORM della Compagnia di Alatri in Fiuggi, traevano in arresto, nella flagranza del reato di “detenzione ai fini spaccio di sostanze stupefacenti” un 44enne del luogo già censito. I militari operanti durante una perquisizione eseguita presso l’abitazione del predetto rinvenivano grammi 100,00 (cento) di sostanza stupefacente del tipo “cocaina” suddivisa in due involucri, uno solido e l’altro polveroso, nonché vario materiale atto al confezionamento e denaro contante, presumibile provento dell’attività illecita, il tutto sottoposto a sequestro. Nel corso del medesimo servizio i Carabinieri deferivano in stato di libertà per “possesso ingiustificato di oggetti atti ad offendere” un 38enne del luogo, trovato in possesso a seguito di perquisizione personale e veicolare di un coltello a serramanico del genere proibito. L’arrestato, espletate le formalità di rito, veniva associato presso la Casa Circondariale di Frosinone (si allegano due foto di quanto sequestrato);

I carabinieri della locale Stazione di Alatri, nell’ambito di servizio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio, intercettavano e controllavano quattro (4) persone già censite, mentre si aggiravano con fare sospetto nei pressi di abitazioni isolate ed obiettivi sensibili di quel Centro. Ricorrendone i presupposti di legge, le stesse venivano proposte per l’irrogazione del Foglio di Via Obbligatorio con divieto di ritorno in quel Comune per anni tre;

I Carabinieri della Stazione di Fiuggi, arrestato a Torre Cajetani un pregiudicato in esecuzione di ordine di carcerazione emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Bari, traevano in arresto un 47enne di Manfredonia (FG) già censito, ritenuto un elemento di vertice di un clan operante nella provincia di Foggia, dovendo espiare la pena residua di circa anni 7 (sette) di reclusione per reati legati al sequestro di persona, rapina, estorsione e ricettazione. L’arrestato, espletate le formalità di rito, veniva tradotto presso la casa Circondariale di Frosinone;

COMPAGNIA DI CASSINO

A Cassino, i Carabinieri della locale Compagnia, unitamente a personale della S.I.A.E. di Cassino e Roma, nel corso di predisposti servizi di fine settimana tesi alla prevenzione, deterrenza e repressione dei reati in genere, nonché a dare un freno alla cosiddetta “movida”, deferivano in stato di libertà un il titolare di un attività commerciale del luogo poiché, senza la preventiva autorizzazione, diffondeva all’aperto opere musicali soggette a tutela dei diritti d’autore. Gli operanti procedevano al sequestro delle attrezzature utilizzate per la diffusione delle opere musicali, nonché ad elevare ulteriore sanzione amministrativa per aver adibito a discoteca la pertinenza del locale. Il servizio ha interessato anche altri analoghi esercizi commerciali a cui sono state elevate sanzioni amministrative.

Inoltre i militari operanti:

. deferivano in stato di libertà per il reato di “spaccio di sostanze stupefacenti” un 34 del luogo già censito e segnalavano due assuntori alla Prefettura di Frosinone ai sensi dell’art.75 DPR 309/1990;

. deferivano in stato di libertà per il reato di cui “all’art.14/5-Bis D. Lg.vo 286/1998 - Ordine del Questore ad uscire dallo Stato Italiano” un 21enne cittadino tunisino domiciliato a Roma e già censito. Il predetto veniva sorpreso in quel Centro inottemperante al Decreto di Espulsione notificatogli dalla Questura di Isernia in data 19.12.2013 (con il quale gli era stato intimato di lasciare il territorio nazionale entro giorni 7 giorni dalla notifica);

. intercettavano e controllavano tre (3) persone della provincia di Napoli già censite, mentre si aggiravano con fare sospetto nei pressi di attività commerciali di quel Centro. Ricorrendone i presupposti di legge, le stesse venivano proposte per l’irrogazione del Foglio di Via Obbligatorio con divieto di ritorno in quel Comune per anni tre.

Potrebbe interessarti

  • Coop, ultima settimana di attività: chiusura fissata per il 22 giugno

  • Incendio alla Mecoris, livelli di Pm10 alti. Chiusi gli uffici pubblici e stop alle attività private

  • Ha pedalato per 19 ore di seguito lungo i tornanti di Montecassino, è record

  • Il Lazio Pride? Una partenza con il botto

I più letti della settimana

  • Brucia azienda di smaltimento rifiuti speciali, nube nera su Frosinone. Aria irrespirabile

  • Coop, ultima settimana di attività: chiusura fissata per il 22 giugno

  • Ceprano, giornalista muore dopo essere stata al pronto soccorso, sequestrata la salma

  • Strangolagalli, imprenditrice di 47 anni, schiacciata da un muletto, una morte tinta di giallo

  • Colleferro, ispettore di Polizia si sente male in commissariato e muore in ospedale

  • Roccasecca, tre vigili urbani non vanno in processione: condannati a sei mesi di carcere

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento