Nord CiociariaToday

Frosinone, arrestato un cittadino del posto per sconto di pena 2 anni

 A   Frosinone,  i Carabinieri  della Stazione di Frosinone Scalo,  traevano in arresto  un 33 enne del Capoluogo in esecuzione di un  provvedimento restrittivo,  emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Frosinone, dovendo lo...

A Frosinone, i Carabinieri della Stazione di Frosinone Scalo, traevano in arresto un 33 enne del Capoluogo in esecuzione di un provvedimento restrittivo, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Frosinone, dovendo lo stesso scontare la pena di anni 2 e mesi 2 di reclusione per fatti commessi nell’aprile del 2008, per “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti”. L’arrestato, dopo le formalità di rito, veniva associato presso la Casa Circondariale di Frosinone. Invene, nella notte scorsa, i militari del NORM, nell’ambito di un predisposto servizio per il controllo del territorio, teso a contrastare la commissione dei reati in genere, deferivano in stato di libertà, alla competente A.G., un 36 enne del capoluogo, poiché sorpreso alla guida di autovettura “senza la patente di guida” essendo stata revocata. Nell’ambito del medesimo servizio, inoltre, inoltravano la proposta per l’irrogazione della misura di prevenzione del rimpatrio con F.V.O. nei confronti di un 37 enne cittadino Rumeno, sorpreso mentre si aggirava con fare sospetto e senza giustificato motivo nei pressi di una zona residenziale sita in questo centro.

COMPAGNIA DI ALATRI

Ieri, in Vico nel Lazio, i militari della locale Stazione, in ottemperanza all’ordine di carcerazione, emesso in data 19 novembre u.s. dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Frosinone – Ufficio Esecuzioni Penali, traevano in arresto un 43enne del luogo.

Il predetto, riconosciuto colpevole per il reato di “utilizzo fraudolento di carte di credito”, veniva condannato alla pena di anni uno di reclusione.

L’arrestato, espletate ad espletate formalità di rito, veniva tradotto presso la propria abitazione, poichè sottoposto al regime della detenzione domiciliare.

COMPAGNIA DI ANAGNI

Decorsa notte, in Anagni, un militare dell’Arma, libero dal servizio, unitamente a personale dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Anagni, deferivano in stato di libertà un giovane di nazionalità albanese e residente nella “città dei Papi” poiché, nel corso di una perquisizione personale, veniva sorpreso in possesso di circa sei grammi di sostanza stupefacente (hashish), sottoposta a sequestro.

COMPAGNIA DI SORA

In Sora, i militari del N.O.R.M., a conclusione di specifica attività info-investigativa, scaturita dalla denuncia presentata , agli organi di Polizia, da un commerciante del luogo, deferivano in stato di libertà un 40enne ed un 49enne entrambi residenti a Napoli, poiché ritenuti responsabili del denunciato reato di “furto aggravato”.

I predetti, il 09.10.2014, giunti presso un concessionario di automobili, sito in Sora, col pretesto di visionare un’ autovettura, distraevano il titolare, impossessandosi delle chiavi situate all’ interno dell’ufficio. Successivamente, approfittando sempre dell’assenza del responsabile del concessionario, asportavano l’autovettura che era esposta nel piazzale interno del concessionario.

COMPAGNIA DI PONTECORVO

Questa mattina, in Pontecorvo, i militari della locale Stazione traevano in arresto un 34enne del luogo, in esecuzione del provvedimento emesso dall’A.G. di Cassino, dovendo lo stesso espiare una pena residua definitiva di mesi 11e giorni 10di reclusione, in quanto riconosciuto colpevole dei reati di “violazione della legge sugli stupefacenti”.

L’arresto è stato eseguito in ottemperanza del provvedimento di revoca del decreto di sospensione di ordine di esecuzione per la carcerazione e ripristino dell’ordine medesimo, emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cassino, in data 26 novembre 2014.

Ad espletate formalità di rito, l’uomo è stato associato presso la Casa Circondariale di Cassino, a disposizione della competente A.G.

COMPAGNIA DI CASSINO

In Cassino, i militari del N.O.R.M., traevano in arresto un 56enne residente in questa Provincia, nei confronti del quale il GIP del Tribunale di Cassino, emetteva l’Ordinanza di applicazione provvisoria di misure di sicurezza del ricovero e custodia presso un ospedale psichiatrico giudiziario, per aver commesso i reati di “tentato omicidio, maltrattamenti, lesioni personali, ingiuria e minaccia”.

Il provvedimento trae origine dall’attività di indagine, condotta dal personale del NORM di Cassino, con la quale appurava che l’arrestato, il giorno 30.04.2014, dopo aver invitato la moglie 55enne a fare una passeggiata in una campagna di Pontecorvo, per futili motivi, la colpiva con un punteruolo all’arcata orbitale sx tanto da procurarle lesioni gravi. In tali circostanza l’uomo era stato sottoposto a trattamento sanitario obbligatorio e ricoverato in una struttura sanitaria del cassinate.

Successivamente alla perizia psichiatrica il Giudice ritenendo che lo stesso potesse reiterare il gesto ne disponeva il ricovero presso una struttura psichiatrica giudiziaria sita in altra provincia.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arce, 42enne trovato privo di vita in un'auto. Ecco chi è la vittima

  • Cassino, è Guido Luciano il giovane trovato morto in un appartamento di via Garigliano

  • Bomba d’acqua nel nord della Ciociaria e tra Colleferro e Valmontone (video)

  • Mercoledì i funerali del camionista Francesco Spaziani, morto mentre si trovava in Francia

  • Mette due camionisti in cassa integrazione per assumerne altri in nero, imprenditore ciociaro sotto processo

  • Finti posti di lavoro per truffare lo Stato, nuovamente arrestati Marco e Marcello Perfili

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento