Nord CiociariaToday

Regione, Buschini: “investimenti sull’edilizia sanitaria in provincia di frosinone”. Abbruzzese: Infrastrutture per far ripartire l’economia

"Nuovi investimenti sull’edilizia sanitaria per le strutture della nostra regione: in uno stanziamento complessivo di 12,4 milioni, ne sono previsti 2 per l’adeguamento dei Pronti soccorso di Frosinone - Alatri, Cassino e Sora.

"Nuovi investimenti sull’edilizia sanitaria per le strutture della nostra regione: in uno stanziamento complessivo di 12,4 milioni, ne sono previsti 2 per l’adeguamento dei Pronti soccorso di Frosinone - Alatri, Cassino e Sora. Interventi strutturali che permetteranno il miglioramento della funzionalità dei Ps nei nosocomi provinciali visto che si andrà ad incidere sulle sale di attesa e sulle partizioni. Per quanto concerne l’ospedale di Cassino, inoltre, sarà riattivato il reparto di medicina d’urgenza". Lo dichiara in una nota il consigliere regionale Mauro Buschini.

"Un’operazione importante – ha spiegato Buschini – che ricadrà positivamente sull’efficienza degli ospedali con fondi ricavati dal recupero dei ticket sanitari e che il Presidente Zingaretti ha deciso di riversare sulle strutture del Lazio. Soldi che si sommano, e non sostituiscono, ai 32 milioni previsti nel bilancio regionale di recente approvazione sull’edilizia sanitaria. Rendere le strutture più moderne e intervenire sull’assunzione di nuovo personale medico sono obiettivi che la nostra Regione, grazie al taglio degli sprechi e all’efficientamento delle risorse, può finalmente raggiungere così da continuare l’inversione di marcia sulla sanità e completare il miglioramento dei servizi iniziato con la nostra amministrazione. Siamo consapevoli delle difficoltà e che c’è ancora molto lavoro da fare, ma dove prima si tagliava oggi si torna ad investire e possiamo guardare con più fiducia al futuro". SANITÀ, PETRANGOLINI: DAL RECUPERO DELL’EVASIONE FISCALE PIÙ SERVIZI PER IL LAZIO

“Abbiamo scritto oggi una bella puntata della rinascita della sanità del Lazio. Infatti, dobbiamo apprezzare l’impegno importante della Regione contro l’evasione fiscale che, grazie ai controlli su 235 mila esenzioni, ha permesso il recupero di risorse cospicue, pari a 12 milioni di Euro. Oggi queste risorse possono essere subito reinvestite per riqualificare gli ospedali del Lazio”. A parlare è Teresa Petrangolini, consigliere regionale del Lazio e componente della Commissione Politiche sociali e salute (gruppo PD) a margine della Conferenza stampa di oggi presso la Giunta regionale del Lazio

“Infatti – continua Petrangolini - ben 105 mila contribuenti hanno regolarizzato da ottobre la loro posizione. Grazie alla loro collaborazione non soltanto viene ristabilita una maggiore equità fiscale nelle Regione, ma potremo anche offrire migliori servizi a tutti i cittadini”.

“I 12 milioni di euro provenienti da questa iniziativa regionale – conclude la Consigliera - contribuiranno a potenziare, ampliare, rafforzare diversi servizi: il centro trapianti di cuore e Dea del San Camillo Forlanini, l’acquisto di apparecchiature per l’ospedale Belcolle di Viterbo, i pronto soccorso della Ciociaria, l’ospedale San Camillo De Lellis, il Dea del Santa Maria Goretti e la Asl di Latina, i nuovi posti letto dell’ospedale Angelucci di Subiaco”.

INFRASTRUTTURE; ABBRUZZESE (FI): ALLA BASE DI OGNI PROCESSO DI SVILUPPO

"Le infrastrutture sono alla base di ogni processo di crescita economica. Lo sostengo da molto tempo ed è per questo che non posso essere in disaccordo con quanto dichiarato sia dal presidente di Unindustria Lazio, Maurizio Stirpe che dal presidente Unindustria Frosinone, Davide Papa proprio sull'importanza di nuove opere per lo sviluppo delle attività produttivr". Lo ha dichiarato Mario Abbruzzese, consigliere regionale di Forza Italia del Lazio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
"Tale visione, pero, non è stata mai sposata in pieno dalla maggioranza che guida la Regione Lazio, ed infatti anche molte sigle sindacali hanno evidenziato realtà imprenditoriali di questo territorio, hanno bisogno di un’organizzazione infrastrutturale all'altezza. Il futuro passa attraverso nuove infrastrutture degne di tale nome, soltanto così potremmo attrarre investitori e far fiorire nuovi posti di lavoro. Soprattutto in uno dei territori in cui la crisi è stata piu spietata che mai, ovvero la provincia di Frosinone. In Ciociaria è in atto un processo di desertificazione industriale senza precedenti testimoniato dai migliaia di lavoratori che chiedono a gran voce di non essere abbandonati a loro stessi. Attendiamo con ansia che dopo l'odg approvato nella scorsa seduta del consiglio regionale del Lazio ed inerente proprio l'emergenza occupazionale in provincia di Frosinone, la giunta dia seguito a tale provvedimento attraverso azioni concrete per risolvere quest'annosa criticità e convochi, nel più breve tempo possibile il tavolo per la gestione della stessa.

Occorre però dare ragione ai lavoratori, non è con i tavoli che si risolvono questo genere di problematiche. Pertanto, è opportuno che Zingaretti e compagni prendano impegni seri senza perdere altro tempo in chiacchiere. L'emergenza esiste e la conosciamo, ora servono soluzioni. Il documento, in sostanza impegna il governatore e l' intera Giunta affinché si attivino con misure destinate a favorire la ripresa economica della Provincia di Frosinone, è vengano tutelati tutti quei migliaia di lavoratori rimasti senza impiego a causa della chiusura di importanti siti produttivi come ad esempio la Videocon, la Marangoni e l'Iva.

Detto ciò è palese l'inadeguatezza e linconsistenza della politica economica messa in campo dal governatore, che seppur sostenuto da una comunicazione efficace, ancora non ha lasciato il segno, attraverso provvedimenti mirati e volti al reale rilancio dell'intera Regione Lazio. La nostra Regione, infatti, è anche al terzo posto per quanto concerne le realtà territoriali che umpiagano più tempo nel saldare i fornitori. La Calabria guida questa speciale classifica con 149 giorni, segue la Campania con 128 e poi il Lazio con 119. E' evidente che questo ennesimo dato negativo ci mette di fronte ad una dura realta che non è poi cosi rosea come viene dipinta negli annunci del governo regionale".Ha concluso Abbruzzese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore fatale lungo la strada per Montecassino, muore Enio Spirito

  • Pontecorvo, muore giovane finanziere, comunità sotto choc

  • Ceccano, è Marcello Pisa il morto trovato nel carrello. Nuovi dettagli raccapriccianti

  • Ceccano, Marcello Pisa morto non lontano dal carrello in cui è stato trovato

  • Scandalo alla Croce Rossa, il presidente denuncia ammanchi per 300 mila euro

  • Cassinate, terribile schianto nella notte: grave coppia di fidanzati

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento