Nord CiociariaToday

Veroli- Vico nel Lazio, sgominata la banda di romeni che razziava nelle ville di periferia

Alatri, i Carabinieri  dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia, a conclusione di attività info-investigativa intrapresa a seguito di due furti in abitazioni perpetrati in Veroli  e Vico nel Lazio nei giorni scorsi,

Alatri, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia, a conclusione di attività info-investigativa intrapresa a seguito di due furti in abitazioni perpetrati in Veroli e Vico nel Lazio nei giorni scorsi, deferivano in stato di libertà, tre romeni del posto, già censiti, per concorso in ricettazione. Nel corso delle perquisizioni domiciliari, eseguite d’iniziativa presso le loro abitazioni, veniva rinvenuti e sequestrati vari utensili da lavoro ed attrezzatura per il giardinaggio, proventi dei citati furti, del valore complessivo di €7.000,00 circa, restituita agli aventi diritto.

Fiuggi, i militari della locale Stazione deferivano in stato di libertà un 56enne romeno, residente in quel centro, per guida in stato di ebbrezza alcolica. Lo stesso, a seguito di sinistro stradale con feriti avvenuto nelle decorsa nottata, veniva trovato in evidente stato di alterazione psico-fisica e, sottoposto ad accertamento, evidenziava un tasso alcolemico superiore alla norma. Il documento di guida gli veniva ritirato mentre l’autovettura sottoposta a sequestro amministrativo.

Boville Ernica, i militari della locale Stazione, ambito predisposto servizio teso ad infrenare lo spaccio ed il consumo di sostanze stupefacenti, segnalavano tre giovani del posto, uno dei quali minorenne, per uso personale di stupefacenti. Gli stessi venivano sorpresi con una modica quantità di hashish, sottoposta a sequestro.

COMPAGNIA DI ANAGNI

Durante la decorsa nottata, i reparti della Compagnia espletavano un mirato servizio di controllo coordinato del territorio finalizzato a contrastare le fenomenologie criminali presenti nella giurisdizione, nel corso del quale, in Ferentino, i militari della locale Stazione arrestavano una 25enne romena, residente a Frosinone, già censita, per violazione dei sigilli. La stessa veniva sorpresa all’interno di un’abitazione di sua proprietà, già sottoposta a sequestro amministrativo per reiterate violazioni edilizie.

Nel corso dell’articolato dispositivo, che ha visto impegnati 12 militari e 6 mezzi, venivano altresì:

- ispezionati 5 esercizi pubblici;

- eseguite 8 perquisizioni;

- controllate 57 persone e 29 autoveicoli;

- elevate 10 contravvenzioni al C.D.S.;

- eseguiti 5 controlli con l’etilometro.

Anagni, i militari della locale Stazione, nel corso di mirati servizi di controllo del territorio, deferivano in stato di libertà un 52enne, residente nella periferia della Capitale, responsabile di appropriazione indebita in danno di un noto centro commerciale del luogo. Il predetto veniva, infatti, sorpreso dai militari operanti, allertati da alcuni passanti, mentre si appropriava, caricandoli sulla propria autovettura, di alcuni prodotti alimentari accantonati poiché prossimi alla scadenza. L’intera refurtiva, valsente circa €200,00, veniva recuperata e restituita al titolare del supermercato.

COMPAGNIA DI FROSINONE

Villa Santo Stefano, i militari della competente Stazione di Giuliano di Roma arrestavano un 41enne del posto per minacce, lesioni personali, danneggiamento e resistenza a Pubblico Ufficiale. Il predetto, dopo aver minacciato i propri congiunti armato di martello e roncola, inveiva contro i militari intervenuti aggredendoli e provocando lesioni ad uno di loro, danneggiando altresì l’autovettura di servizio. L’arrestato veniva associato presso la Casa Circondariale di Frosinone.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimba tolta alla madre, irruzione dei poliziotti nella casa famiglia

  • Arce, 42enne trovato privo di vita in un'auto. Ecco chi è la vittima

  • Suora indagata, un'altra mamma racconta: "faceva dormire mia figlia nel letto intriso di urine"

  • Marco Luccarelli è scomparso da una settimana. L'appello del padre: "aiutatemi a ritrovare mio figlio"

  • La moglie muore in ospedale, il marito indagato per maltrattamenti e lesioni

  • Sanità, addio codice rosso nei Pronto Soccorso. Dal 2020 i numeri sostituiranno i colori

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento