Nord CiociariaToday

Fiuggi, calo di presenze a Giugno scoraggiante occorre rilanciare il turismo

Gli albergatori della cittadina termale di Fiuggi, lavorano alla costituzione di una nuova associazione di categoria con la finalità di incentivare le presenze e, l’amministrazione comunale è impegnata a 360 gradi per rilanciare il comparto...

Gli albergatori della cittadina termale di Fiuggi, lavorano alla costituzione di una nuova associazione di categoria con la finalità di incentivare le presenze e, l’amministrazione comunale è impegnata a 360 gradi per rilanciare il comparto turistico – termale, anche con la nomina della giovane Elisa Costantini di assessore al turismo.

Il mese di Giugno è volato via senza pochi problemi. Siamo giunti alla fine del mese di Giugno e, purtroppo le problematiche sono tante . Albergatori e, commercianti sottolineano un pessimo Giugno, un mese dal gusto amaro per il calo di presenze con relativa perdita di fatturato. Girovagando per le strade della cittadina termale, anche nelle ore centrali della giornata, da subito si nota la poca affluenza dei turisti, Piazza Spada spesso luogo di incontro è vuota, i corsi principali sono vuoti , bar ristoranti e, alberghi lavorano pochissimo tanto che sono costretti a licenziare il personale oppure addirittura a non assumere. “ Sappiamo , che oramai il mese di Giugno da qualche anno a questa parte per noi del settore economico cittadino non è più un mese redditizio. Sottolineano un gruppo di albergatori e commercianti di FIUGGI - Il maltempo, gli studenti ancora impegnati nelle prove d’esame, i Coreani alle prese con il virus che ha colpito l’intera Corea, gli anziani che preferiscono trascorrere la loro prima parte di vacanze al mare, ma quest’anno la situazione è particolarmente tragica. Un calo di presenze nel mese di Giugno senza precedenti, che non fa ben sperare nemmeno nell’imminente mese di Luglio, infatti anche per luglio abbiamo avuto un calo perpendicolare di prenotazioni , se continua di questo passo siamo costretti a chiudere le nostre attività. Le Terme di Bonifacio, grazie all’impegno della nostra amministrazione comunale, sono pulite, funzionali, ma la presenza è scarsa e il problema è consistente. Siamo stretti nella morsa delle pressione fiscale e, dall’idea di chiudere le strutture, i negozi. Ci auguriamo che il tutto cambi, che a Fiuggi arrivino turisti, interi nuclei familiari, si facciano manifestazioni in grado di muovere folte schiere di persone, in maniera tale che riusciamo a salvare il salvabile”. La situazione quindi è fortemente provata, un calo di presenze, ma soprattutto un calo di speranza da parte di tutti gli operatori economici della città.

Ennio Severa

Potrebbe interessarti

  • Tecnici Acea tentano di entrare in una stradina privata, si mette di traverso con l’auto e li blocca

  • Alatri, migliaia di lettere di messe in mora per l'acqua non pagata. Il sindaco scrive ad Acea

  • Paliano, un curatore fallimentare per gestire l’ex Parco uccelli della Selva?

  • Incendio Mecoris, gli esiti da Tor Vergata: assenza di diossina nei terreni

I più letti della settimana

  • Precipita dal sesto piano dell'ospedale di Frosinone e muore

  • Si ribaltano con l'auto mentre vanno al mare. Due ragazzi di Paliano in gravi condizioni

  • Piedimonte, sbaglia bus e viene preso a calci e pugni dall'autista, il video diventa virale

  • Remo Lanzi, esce di casa per cercare un po’ di refrigerio. Trovato morto tra la vegetazione

  • Bimbo di tre anni azzannato alla testa da un cane maremmano

  • Ceprano, lei si rifiuta di avere rapporti sessuali e lui tenta di strangolarla

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento