Nord CiociariaToday

Frosinone, arrestate due donne salernitane che avevano rubato scarpe alla Carefour

Continuano incessanti  i controlli dei carabinieri  dipendenti della Compagnia di Frosinone,  tesi a garantire una maggiore sicurezza ai cittadini, mediante l’attuazione di idonei servizi mirati a contrastare i reati predatori, il consumo e lo...

Continuano incessanti i controlli dei carabinieri dipendenti della Compagnia di Frosinone, tesi a garantire una maggiore sicurezza ai cittadini, mediante l’attuazione di idonei servizi mirati a contrastare i reati predatori, il consumo e lo spaccio di sostanze stupefacenti nonché il fenomeno della guida in stato di ebbrezza alcolica (così da prevenire le c.d. stragi del sabato sera). Tale “dispositivo preventivo”, ha permesso di conseguire i seguenti risultati:

  1. deferivano in stato di libertà per guida sotto l’effetto di alcol: un 57 enne di Amaseno ed un 29 enne di Frosinone, sorpresi rispettivamente alla guida della propria autovettura con tasso alcolemico superiore al limite consentito. Le patenti di guida sono state ritirate.
  2. segnalavano quali assuntori sostanze stupefacenti: un 35 del capoluogo, un 21 enne di Isola del Liri e un 22 enne di Fontechiari poiché trovati in possesso di complessivi gr. 2,00 di sostanza stupefacente tipo “cocaina” e gr. 2,50 tipo “marijuana”. La sostanza stupefacente è stata sequestrata;
  3. proponevano l’irrogazione di foglio di via obbligatorio, nei confronti di una 43 enne ed una 32 enne entrambe di cittadinanza straniera, poichè fermate e controllate mentre si aggiravano con fare sospetto e senza giustificato motivo in zona residenziale di Ceccano.

Nella mattinata di ieri, i militari del NORM di Frosinone, traevano in arresto una 48 enne ed una 29 enne, entrambe della Provincia di Salerno, poiché resisi responsabili del reato di “furto aggravato in concorso” .

Le donne, sorprese ad asportare due paia di scarpe all’interno di un negozio del Centro Commerciale Le Sorgenti del Capoluogo, venivano bloccate dai militari operanti intervenuti sul posto, dopo che le stesse avevano già provveduto a togliere le placche antitaccheggio e celare la refurtiva nelle proprie borse.

La refurtiva, del valore di euro 150,00 veniva restituita all’avente diritto.

Le stesse dopo le formalità di rito venivano tradotte presso la Casa Circondariale di Roma- Rebibbia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassinate, muore a quarant'anni mentre guarda la tv

  • Fiuggi, polemica social per la battuta infelice di Max Tortora ai “Soliti Ignoti”

  • Coronavirus a Colleferro, una giornata di allarmismi ingiustificati. Ecco cosa è successo

  • Cassinate, nonna Teresa muore di crepacuore a distanza di poche ore dall'adorato nipote

  • Coronavirus, dallo "Spallanzani'' azzerano per ora anche i presunti casi di Frosinone

  • Inchiodato l'autore del pestaggio al Fornaci Village

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento