Nord CiociariaToday

Frosinone, Rally cittadino: un’opportunità per il turismo e commercio. Contestato da  Federlazio

Alcune polemiche – ha dichiarato l’assessore al commercio Massimo Renzi – elaborate ad arte da qualche commerciante e qualche associazione cittadina risultano insensate e frutto di un modo vecchio e superato di concepire l’importanza del capoluogo...

rally-2

Alcune polemiche – ha dichiarato l’assessore al commercio Massimo Renzi – elaborate ad arte da qualche commerciante e qualche associazione cittadina risultano insensate e frutto di un modo vecchio e superato di concepire l’importanza del capoluogo. Il rally del prossimo week end, infatti, porterà a Frosinone migliaia di appassionati, di curiosi e di turisti, proprio perché le prove speciali si disputeranno all’interno di un percorso cittadino, secondo quella che è una impostazione completamente nuova in Italia, che punta alla promozione del territorio anche attraverso gli sport motoristici. Fa sorridere, allora, qualche ambientalista dell’ultimo minuto che vorrebbe farci credere che l’inquinamento in città dipenda da poche ore di prove speciali di alcune auto che si esibiranno nella zona di via Aldo Moro. Inoltre, vale la pena ricordare che i commercianti delle altre città italiane in genere ci mettono sia i soldi che le idee per attrarre, insieme alle amministrazioni comunali, turisti e potenziali clienti. Da noi invece alcuni commercianti, fortunatamente non tutti, non ci mettono né i soldi né le idee, rimanendo solo alla finestra a criticare ciò che fanno gli altri. Basti pensare che durante le recenti festività natalizie il Comune di Frosinone ha illuminato a proprie spese tutti i quartieri e le piazze della città, dando lustro alle attività imprenditoriali, senza che nessuno del solito gruppetto di commercianti investisse neppure un euro nell’abbellimento dell’arredo urbano. Il Comune ha indicato gli spazi e le aree che potranno essere utilizzate a parcheggio durante il rally e, dunque, questa iniziativa servirà a smuovere un pò lo stagno in cui versa una parte della nostra economia locale. Tutto si può migliorare, certamente, ma chi è abituato solo a criticare o a piangersi addosso consideri che il mondo sta andando avanti, l’Italia in parte, speriamo anche alcune idee e proposte nella nostra città>>.

IL RALLY DI FROSINONE NEL SABATO DEI SALDI LA CRITICA DI FEDERLAZIO COMMERCIO

Tutte le manifestazioni possono essere un’opportunità per la città, per chi la vive e per chi vi investe. Ma perché lo diventi, occorre un’organizzazione preliminare concertata con tutte le parti chiamate in causa. Ecco, quella del rally in programma oggi nel capoluogo è sicuramente un’occasione mancata.

Ancora una volta, come già accaduto spesso in passato, i commercianti si sono ritrovati tra capo e collo una manifestazione che interessa l’intera parte bassa della città senza essere stati interpellati dall’Amministrazione comunale.

Per motivi organizzativi e di sicurezza, infatti, il Comune ha disposto una serie di misure volte a regolamentare la circolazione nelle strade interessate dall’evento: da via Aldo Moro a via Cicerone, il rally riguarda praticamente il cuore commerciale della parte bassa della città che si ritroverà già dalle 7 di questa mattina interdetto da divieti di sosta e di circolazione.

Dunque si andrà a paralizzare mezza città e per giunta di sabato, giorno principe per lo shopping delle famiglie, a maggior ragione in questo periodo di saldi invernali.

Tutto ciò senza aver minimamente concordato la cosa con i diretti interessati né tantomeno averli avvisati in precedenza.

Ancora una volta dunque i commercianti hanno dovuto apprendere la notizia dai giornali senza possibilità di organizzarsi in alcun modo, quando invece, sapendolo in anticipo, avrebbero potuto prevedere, di concerto con l’Amministrazione comunale, aperture straordinarie o altre iniziative.

C’è anche un altro punto: il capoluogo è tra le città più inquinate d’Italia tanto che il Comune, obbligato da disposizioni regionali, ha introdotto dall’inizio dell’anno le targhe alterne e predisposto un calendario di domeniche ecologiche.

Sorprende quindi che si autorizzi una manifestazione sportiva che sì, potrà avere ricadute turistiche anche importanti, ma che di certo non dà una mano sotto il profilo dell’inquinamento dell’aria. Anzi…

Si tratta, per tutti questi motivi, di una decisione presa con leggerezza sconcertante, che Federlazio commercio non può che criticare.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arce, 42enne trovato privo di vita in un'auto. Ecco chi è la vittima

  • Cassino, è Guido Luciano il giovane trovato morto in un appartamento di via Garigliano

  • Bomba d’acqua nel nord della Ciociaria e tra Colleferro e Valmontone (video)

  • Mercoledì i funerali del camionista Francesco Spaziani, morto mentre si trovava in Francia

  • Mette due camionisti in cassa integrazione per assumerne altri in nero, imprenditore ciociaro sotto processo

  • Finti posti di lavoro per truffare lo Stato, nuovamente arrestati Marco e Marcello Perfili

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento