Nord CiociariaToday

Regione, allerta meteo da primo mattino domani e per 24-36 ore criticita’ idrogeologica codice giallo su tutte zone

Il Centro Funzionale Regionale rende noto che il Dipartimento di Protezione Civile ha emesso un Avviso di condizioni meteorologiche avverse, con indicazione che dal primo mattino di domani, mercoledì 28 ottobre 2015 e per le successive 24-36 ore...

All-focus

Il Centro Funzionale Regionale rende noto che il Dipartimento di Protezione Civile ha emesso un Avviso di condizioni meteorologiche avverse, con indicazione che dal primo mattino di domani, mercoledì 28 ottobre 2015 e per le successive 24-36 ore si prevedono sul Lazio: precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

Il Centro Funzionale Regionale ha emesso un Avviso di criticità in cui si prevede nelle Zone di Allerta del Lazio: idrogeologica codice giallo su Bacini Costieri Nord, Bacino Medio Tevere, Appennino di Rieti, Roma, Aniene, Bacini Costieri Sud e Bacino del Liri.

La Sala Operativa Permanente della Regione Lazio ha emesso l’Allertamento del Sistema di Protezione Civile Regionale e invitato tutte le strutture ad adottare tutti gli adempimenti di competenza. Si ricorda che per ogni emergenza è possibile fare riferimento alla Sala Operativa Permanente al numero 803.555”. Lo comunica in una nota la Regione Lazio.

FROSINONE; ABBRUZZESE (FI): DG ASL DISPREZZA ANCORA TERRITORIO. ZINGARETTI LA RIMUOVA

"Le dichiarazione post conferenza dei Sindaci della Mastrobuono sono disarmanti e testimoniano ancora una volta, qualora ve ne fosse ulteriore bisogno, il disprezzo verso questo territorio e la noncuranza davanti ad un parere negativo, si politico, ma deliberato dall’ assemblea che rappresenta tutti i cittadini della provincia di Frosinone. Perciò, "il me ne frego", espresso dalla manager, ieri, certifica che è giunto il momento di richiederne ufficialmente a Zingaretti la rimozione immediata dall'incarico. Ormai è incolmabile la distanza tra lei, i sindaci e la popolazione ciociara". Lo ha dichiarato Mario Abbruzzese consigliere regionale di Forza Italia del Lazio.

"Ieri la Mastrobuono ha rilasciato alla stampa un'altra dichiarazione molto forte e che finalmente ci dà conferma che tutte le manovre di depotenziamento che ha subito la nostra rete ospedaliere sono da imputare ad un unico colpevole: il presidente della giunta regionale Nicola Zingaretti.

Il dg, infatti, ha dichiarato, sempre ai media, finita la conferenza, di aver eseguito in toto le direttive inpartite dalla Regione Lazio. Pertanto, il governatore non ha fatto altro che prendere in giro le istituzioni di questo territorio, promettendo di tutelare le eccellenze sanitarie del territorio, pur ordinandone il depotenziamento o addirittura la chiusura.

Tornando alla Mastrobuono credo che la mancanza di rispetto nei confronti dei primi cittadini della provincia di Frosinone sia stato l'elemento caratterizzante della sua gestione. Non ha mai accettato di buon grado di confrontarsi con i referenti politici dei cittadini e nemmeno con i comitati sorti spontaneamente. Ma i "ciociaretti", come spesso ci ha definito disprezzando la nostra cultura, questa volta le hanno dato il ben servito e sono convinto che di questo parere sia lei che Zingaretti ne debbano tener conto. Non poteva essere altrimenti, il popolo gli ha reso definitivamente "pan per focaccia".

Quella di ieri è una bocciatura senza alcuna possibilità di appello, la Mastrobuono se ne faccia una ragione e cominci a preparaee le valige, che avrebbe dovuto preparare già da tempo. Il biglietto di sola ansata verso Roma, se vuole, lo paghiamo noi". Ha concluso Abbruzzese.

Sanità, Petrangolini: finalmente restituito ai cittadini S. Spirito in Sassia

“Con l’aiuto della Regione e l’impegno della Asl RM E, un bene pubblico di grandissimo pregio e interesse culturale sarà restituito presto ai cittadini”. A parlare è Teresa Petrangolini, consigliere regionale del Lazio (gruppo PD).

“L’investimento per il restauro del polo museale di Santo Spirito in Sassia – precisa Petrangolini - ammonta a 4 milioni di euro. E’ importante sottolineare che non si tratta di risorse nuove, ma di soldi già stanziati da anni e bloccati per motivi burocratici che adesso finalmente saranno utilizzati grazie all’intervento della Giunta regionale. In questo modo, si recupera un bene comune di straordinaria importanza storica e culturale che potrà diventare un ulteriore punto di interesse per chi visita Roma”.

RIORDINO PROVINCE SIMEONE (FI): “IN COMMISSIONE MASSIMA CONDIVISIONE SU MANTENIMENTO FUNZIONI POLIZIA PROVINCIALE LATINA”

Continua a ritmo sostenuto l’analisi in commissione consiliare della proposta di legge di legge 269 del 15 giugno 2015 sul “Conferimento di funzioni e compiti amministrativi alla città metropolitana di Roma capitale, a Roma capitale e riallocazione delle funzioni amministrative a livello locale”. Oggi alle 17 sono stati auditi i rappresentanti della polizia provinciale tra cui quelli della provincia di Latina. Tutti insieme hanno avuto modo di spiegare la loro posizione, di illustrare il ruolo fondamentale che svolgono sul territorio in difesa della legalità e a tutela dell'ambiente. In questa occasione è stata rilevata, e condivisa pienamente da tutti i componenti della commissione, la necessità di non procedere allo smembramento di questo fondamentale presidio territoriale che svolge un ruolo importante che va dal controllo ambientale alla gestione faunistica, ittica e ai prodotti del sottobosco, passando per i controlli a tutela della difesa del suolo, fino all'agricoltura, alle aree protette e alle riserve naturali. Materie di interesse generale che non possono essere cancellate ma che allo stesso tempo necessitano di un intervento diretto e mirato a far luce sui disservizi che i prospettati accorpamenti avrebbero causato sui singoli territori. Per la polizia provinciale di Latina su 35 addetti 29 sarebbero destinati alla mobilità e solo sei resterebbero in servizio. Oggi, grazie al confronto è stato compiuto un passo avanti per evitare lo smantellamento con un duplice effetto: salvaguardare i livelli occupazionali e garantire la tutela del territorio. E certo non lo si deve al presidente della Provincia di Latina, Eleonora Della Penna, che alla discussione, intesa quale luogo democratico per affrontare e risolvere le criticità, ha preferito il silenzio privando i cittadini e lavoratori di una autorevole sostegno”. Lo dichiara in una nota il consigliere regionale di Forza Italia, Giuseppe Simeone

AMATA SU AUDIZIONE IN CONSIGLIO REGIONALE SU PL 269 PER RIORDINO DELLE FUNZIONI ALLE PROVINCE

“L’audizione sulla legge di riordino delle funzioni non fondamentali delle Province arriva proprio entro al limite delle scadenza imposta dal governo del 31 ottobre. Riteniamo il testo non un approdo ma un punto di partenza, a cui abbiamo già posto precise osservazioni in sede di Cal.

L’obiettivo è quello della semplificazione e della riorganizzazione certo, ma che abbia la finalità imprescindibile di garantire servizi e risorse per assicurarli, stabilendo competenze certe soprattutto.

Un punto, quest’ultimo, fondamentale anche per quanto concerne il personale e i processi di mobilità. Il personale, con le competenze acquisite, va salvaguardato e tutelato. Per questo forse andava anticipato il testo della legge per poi affrontare il nodo personale.

Tuttavia, e questo mi sembra il risultato più importante dell’audizione di oggi, è obiettivo comune quello di mettere un punto fermo su competenze e risorse, incanalando verso la fattibilità la legge 56, al fine di dare la possibilità finalmente alle Province di avviarsi verso le nuove funzioni di area vasta, senza tralasciare l’obbligo di continuare ad offrire risposte ai cittadini, come fatto fino ad”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E’ quanto afferma il vicepresidente della Provincia di Frosinone Andrea Amata, presente in Consiglio regionale, presso la I e IV Commissione, rispettivamente “Affari costituzionali e statutari, affari istituzionali, enti locali e risorse umane, federalismo fiscale, sicurezza, integrazione sociale e lotta alla criminalità” e Bilancio, partecipazione, demanio e patrimonio, programmazione economico-finanziaria”, all’audizione sulla proposta di legge n. 269 sul conferimento delle funzioni alle Province.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' morto Guglielmo Mollicone, il padre che non ha smesso mai di lottare per la verità

  • Ceccano, arrestati ‘Sandokan’ e due familiari. Hanno aggredito Morello, troupe di ‘Striscia la notizia’ e Carabinieri

  • Cassinate, terribile schianto nella notte: grave coppia di fidanzati

  • Cassino, coltello in pugno crea il panico all'ufficio postale (video)

  • Coronavirus, bollettino 27 maggio: risultato positivo un medico della provincia di Frosinone

  • Coronavirus, test sierologici. Ecco i 15 comuni della provincia di Frosinone scelti per l'indagine

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento