Nord CiociariaToday

Serrone, se volessi mangiare un’idea.. avrei fatto la mia rivoluzione. Un susseguirsi di forti emozioni tra piatti etnici, locali e grandi musiche

Una fantastica giornata! Un’emozione che lascia il segno nel cuore di ognuno. Questa è stata l’iniziativa “SE VOLESSI MANGIARE UN’IDEA…..AVREI FATTO LA MIA RIVOLUZIONE!” . Una grande festa all’insegna della solidarietà, in cui donne, uomini e...

Una fantastica giornata! Un’emozione che lascia il segno nel cuore di ognuno. Questa è stata l’iniziativa “SE VOLESSI MANGIARE UN’IDEA…..AVREI FATTO LA MIA RIVOLUZIONE!” . Una grande festa all’insegna della solidarietà, in cui donne, uomini e bambini hanno condiviso gioia, impegno, cultura, ma soprattutto amicizia!La dimostrazione di quanto abbiamo in comune, di quanto siamo simili, tutti, quando la sinergia di intenti, l’impegno, l’amore per la cultura, l’umiltà, e desiderio di sentirsi comunità diventa in condivisione. Un momento magico che resterà nel tempo….

GRAZIE AMICI DELLA BIBLIOTECA! Grazie a Gianni Petrucci, Carlo Lolli, Silvia Campoli, Gianluigi Argento, Antonella Sperati, Barbara Sperati, Alberto Minori, Emanuele Spera, Tommaso Damizia, Giulia Atturo, Diego, Valentina ed al Centro Anziani che ha ospitato l’evento e ai tanti altri che generosamente hanno offerto alla comunità serronese un contributo fatto di passione e d’amore, proprio come sa essere un popolo di ciociaria!

Grazie a Paolo Iafrate e agli amici di oltreloccidente, che hanno partecipato attivamente all’iniziativa con la presentazione del documentario "Just about my fingers" - Storie di confini e impronte digitali e con un’ottima degustazione di cous cous, offerta agli ospiti presenti.

Grazie alla partecipazione di Alessandra Romano e Abdelhafidh Oussaifi dell’ANOLF, che hanno testimoniato le difficoltà legate al tema dell’integrazione.

Grazie a tutte le associazioni del territorio, Associazione Co & Cu, SerrOne, Strada del Vino Cesanese, Croce Rossa Serrone, Proloco di Serrone, Associazione Silver Group Events, Associazione Rocca D’Oro. Un grazie particolare va all’Associazione Liberamente, a Luca Sperati che, con il suo contributo ha determinato la riuscita della manifestazione.

E ancora, un ringraziamento speciale agli abitanti stranieri integrati nel territorio, Ahmed Mohamed Elmahdy e Maria Ancuta, che in sinergia con altri cittadini, hanno realizzato i piatti più popolari della cucina etnica egiziana, marocchina , rumena.

Come non esprimere riconoscenza ai ristoratori di Serrone, che hanno destinato all’evento i piatti e i prodotti tipici ciociari? Belsito, Tak Tik, Minori Carni, Mastro Pastaio, La Conca, la Pace, Emanuele Terenzi, la strada del Vino, Bar Lazio, Vapoforno da Scioscio, Prochim.

Gli artisti della solidarietà hanno emozionato i cuori Michele e Mattia con la loro esibizione di musica popolare ciociara hanno regalato gocce di memoria dell’etnia locale, la band dei RED MOON D. di Luca Pignalberi ha trasmesso vibrazioni di note magiche oltre confine, esaltando la stupenda voce nera blues della bianca Daiana Mamacita Magreb Mingarelli, musa ispiratrice della band che ci ha lasciato senza fiato..

Di grande impatto i TABS che con il loro “vapore di note live” hanno entusiasmato il pubblico, con l’esecuzione di un ricco repertorio musicale, che ha visto come interpreti d’eccezione Irina Arozarena - Reina de Cuba voce calda potente sudamericana dai toni jazz e la musicista cantautrice Anuhel, con la sua chitarra. dalla vena musicale più intimista con richiami a sonorità classiche e jazz.

Gli artisti hanno coinvolto il pubblico presente rappresentando la perfetta sintesi tra il presente e il passato della migliore musica internazionale. Ancora una volta, un’iniziativa di carattere internazionale creata dalla Biblioteca di Serrone, ha visto il Comune di Serrone promotore di un evento volto a favorire la conoscenza di culture diverse.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Sindaco Natale Nucheli, la sua giunta e in particolare la delegata alla Cultura Antonietta Damizia, sensibili ai temi dell’integrazione, contro ogni discriminazione, hanno voluto testimoniare la loro solidarietà in una giornata di festa condivisa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, da Frosinone 700 mila mascherine riutilizzabili fino a 50 volte

  • Alatri, tragedia a Tecchiena: scoppia bombola di gas e muore un anziano. Identificata la vittima

  • Coronavirus, bollettino 25 marzo: morto, purtroppo, il 62enne frusinate Gaetano Corvo, docente in pensione

  • Coronavirus, muore dopo essere guarito dal Covid-19

  • Perde il controllo del grosso tir e si intraversa su via Palianese (foto e video)

  • Coronavirus, scoppia il caso Città Bianca: ben 16 positivi nella Casa di Cura di Veroli

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento